Il tuo carrello non contiene nessun articolo.

La storia di Repetto

1947 1947-en.jpg 1947.jpg
1947.jpg 1947

Rose Repetto, seguendo i consigli del suo figlio Roland Petit, crea le sue prime scarpette da ballo in un piccolo laboratorio situato nei pressi dell'Opéra National di Parigi.

1952 1952-en.jpg 1952.jpg
1952.jpg 1952

Madame Repetto lancia la prima campagna pubblicitaria.

1956 1956-en.jpg 1956.jpg
1956.jpg 1956

Su richiesta di Brigitte Bardot, Rose Repetto crea le ballerine Cendrillon, a lei dedicate. Per BB queste scarpette saranno sempre legate al successo del film "E Dio creò la donna".

1959 1959-en.jpg 1959.jpg
1959.jpg 1959

Rose Repetto inaugura la sua prima boutique al 22 di rue de la Paix, Parigi. Questo nuovo indirizzo diventa il punto di riferimento per le più grandi stelle della danza in tutto il mondo: da Béjart, Noureev, Barychnikov, Carolyn Carlson a Kirov al "Folies Bergères", tutti si rivolgono a Repetto per le ballerine e l'abbigliamento per la danza...

1964 1964-en.jpg 1964.jpg
1964.jpg 1964

Léonor Fini disegna il nostro famoso logo.

1967 1967-en.jpg 1967.jpg
1967.jpg 1967

Per ampliare lo sviluppo della propria attività, Rose Repetto sposta il cuore della produzione aprendo un laboratorio a St Médard d'Excideuil, in Dordogna. Ancora oggi il laboratorio è il luogo in cui le scarpette da punta e le ballerine sono realizzate secondo il metodo della “cucitura a rovescio risvoltata” con la massima maestria.

1970's 1970-en.jpg historique-image-strips-hover-1970.jpg
1970.jpg 1970's

Serge Gainsbourg viene fascinato dalle Zizi, modello creato da Rose Repetto per la figliastra Zizi Jeanmaire, diventando ambasciatore del marchio.

1999 1999-en.jpg 1999.jpg
1999.jpg 1999

Jean-Marc Gaucher prende le redini della Maison Repettocon l'ambizione di iniziare un nuovo dinamismo nella società e riportarla in auge.

2000 2000-en.jpg 2000.jpg
2000.jpg 2000

Firma del primo partnership tra Repetto e Issey Miyake.

2002 2002-en.jpg 2002.jpg
2002.jpg 2002

Firma del primo partnership tra Repetto e Yohji Yamamoto.

2004 2004-en.jpg 2004.jpg
2004.jpg 2004

Firma del primo partnership con Comme des Garçons.

2005 2005-en.jpg 2005.jpg
2005.jpg 2005

Il laboratorio in Dordogna festeggia il suo milionesimo paio di ballerine e la Maison Repetto si associa con "l'Università Tecnologica di Compiègne" per sviluppare una scarpetta da ballo "rivoluzionaria".

2007 2007-en.jpg 2007.jpg
2007.jpg 2007

La Maison Repetto festeggia i e crea la fondazione « Danse pour la Vie ». Lo scopo della fondazione è sostenere in tutto il mondo le scuole di danza che promuovono l'integrazione di bambini in difficoltà attraverso l'espressione artistica.

2009 2009-en.jpg 2009.jpg
2009.jpg 2009

Firma del primo partnership tra Repetto e Karl Lagerfeld.

2010 2010-en.jpg 2010.jpg
2010.jpg 2010

Inaugurazione del laboratorio Repetto. Questo servizio esclusivo offre a qualsiasi donna la possibilità di creare il proprio modello unico e personalizzato di ballerine scegliendo tra una gamma di 252 sfumature di agnello. Il colore degli elementi, i bordi e i laccetti sono tutti assemblati interamente a mano e secondo i desideri di ciascuno.

2011 2011-en.jpg 2011.jpg
2011.jpg 2011

Per soddisfare la crescente domanda proveniente soprattutto da Giappone e Corea, Repetto amplia la fabbrica di Saint-Médard-d'Excideuil di ulteriori 3.000 m², in modo da produrre 500.000 paia di ballerine annuali.

2012 historique-image-strips-2012.jpg historique-image-strips-hover-2012.jpg
2012.jpg 2012

Repetto inaugura la sua scuola di formazione a Coulaures, in Dordogna. L'obiettivo della scuola, unica nel suo genere in Francia, è di formare tutti i dipendenti dei laboratori Repetto cosi come i 150 nuovi dipendenti sulle tecniche di lavorazione della pelle, per far fronte alla crescita dell'attività della Maison. Dopo un periodo di formazione di sei mesi, saranno in grado di produrre integralmente un paio di ballerine secondo la tecnica della “cucitura a rovescio risvoltata” con la competenza unica di Repetto.

2012 2012-2-bandeau-rose.jpg 2012-2-bandeau.jpg
2012-2.jpg 2012

Per la prima volta, la Maison Repetto presenta una collezione Guardaroba ispirata dai vestiti della ballerina. I modelli, puri, iconici e senza tempo, raccontano le sembianze femminili, leggiadre e aggraziate,quelle di un corpo con movimenti sublimati. I modelli Guardaroba di Repetto evocano la purezza, la disciplina, la leggerezza e la grazia della ballerina classica. È una femminilità sottile che delicatamente si rivela.